Archivi del mese: ottobre 2014

IDROTERAPIA KNEIPP

Idroterapia

Idroterapia kneipp
Per il benessere e la linea
L’acqua purifica e rinfresca. Usata adeguamente rassoda i tessuti idrata e tonifica la pelle

L’acqua serve a dissetarsi, ma anche a rinfrescare il corpo e purificare l’organismo. Quando viene a mancare si diffondono malattie, siccità e carestie che mettono in pericolo il benessere di tutti gli esseri viventi. In una parola: senza l’acqua non c’è vita. Ma questo indispensabile elemento della natura è anche un potente strumento di cura: i trattamenti a base di acqua, se effettuati con prudenza e costanza, infatti, accrescono il benessere fisico e ringiovaniscono il corpo, rendendolo più resistente alle malattie.
L’idroterapia (cioè la cura mediante l’uso dell’acqua) ha una lunga tradizione alle spalle. Nelle antiche culture orientali (in india soprattutto) l’acqua era ritenuta un mezzo sicuro e innocuo per restare sani o tornare in piena salute dopo una malattia.
Nel secondo scorso, l’abate Kneipp (uno dei padri dell’idroterapia) spiegò l’effetti benefici dell’acqua sull’organismo umano e sviluppò nuove tecniche nel campo delle applicazioni idriche. /Continua a leggere…. Continua a leggere

CIBI FRESCHI: un aiuto dalla natura

Fresco di stagione

Sembra un concetto antico, legato ai buoni tempi di una volta, e invece il fresco è più che mai una realtà attuale. La cultura del fresco, possibilmente di stagione, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, è infatti tipicamente moderna. E rappresenta gli orientamenti e gli obbiettivi delle più sofisticate tecnologie alimentari.

Altro che un futuro di pillole e beveroni energetici, la ricerca sta lavorando per assicurarci frutta e verdura freschi di ogni stagione, pratici da consumare, ma anche ricchi di vitamine e minerali, belli da guardare e da gustare.
Ricorrere alla tradizione in questo caso non serve. La cucina dei nostri nonni e ancor più quella dei nostri avi mirava all’accumulo per i tempi di magra. Prediligeva quindi cibi conservabili nel tempo (cereali, legumi, castagne) trasformava quelli non conservabili (il latte in formaggio, la carne in salumi, la frutta in marmellate e confetture). Salava, affumicava, metteva sott’olio e sott’aceto. (continua a leggere) Continua a leggere